Idee per viaggio on the road in Europa

Idee per viaggio on-the-road in Europa

Per trascorrere una vacanza originale, si può organizzare un bel viaggio on-the-road in Europa e, per trovare le giuste idee, consigliamo un blog collettivo di racconti di viaggio ricco di notizie, informazioni e viaggi stupendi che vi faranno avere tantissime belle idee. Parliamo di  www.aCasaMai.it.

Per organizzare un viaggio on-the-road in Europa serve trovare il giusto input, il filo conduttore che ci porterà a visitare luoghi favolosi. Allora perché non prendere spunto dal racconto su aCasaMia dal titolo: “Top 10 musei più bizzarri d’Europa“?

Forse, in un viaggio solo, non c’è la possibilità di visitarli tutti, ma sicuramente è possibile creare un circuito indimenticabile. Si può partire direttamente con la macchina o raggiungere il punto di partenza vero e proprio dell’itinerario tramite l’aereo e noleggiare un’auto in loco, così si risparmia un po’ di tempo e di chilometri.

Qualunque sia la scelta raggiungiamo Zagabria, in Croazia, una meravigliosa città che ci offre chiese, moschee, sinagoghe, palazzi imponenti e molti musei.
Tra questi spunta l’originale e inatteso “Museo dei cuori infranti“. Vi si trova di tutto e raggruppa circa 1000 oggetti raccolti in tutti gli angoli del mondo: oggetti che raccontano la storia di un rapporto concluso con un cuore spezzato. L’ingresso di circa 4 euro a persona comprende anche la fornitura di una guida in italiano che racconta la storia di ogni oggetto.

In Germania, alla scoperta dei prodotti tipici

Da Zagabria partiamo e raggiungiamo l’Austria attraversando la punta estrema della Slovenia.
Da Graz, puntiamo verso Vienna, attraversiamo la Repubblica Ceca passando da Praga e andiamo dritti al cuore della Germania: Berlino. Questa città, dal momento del crollo del muro, è stata completamente reinventata ed è una piacevole vista d’occhio per gli amanti dell’architettura moderna. La vita della città accoglie molti musei e, per la precisione, 63!

C’è solo l’imbarazzo della scelta: musei legati alla storia della città, artistici, scientifici e originali.
Tra gli originali si trova il museo dei videogiochi e il museo dello zucchero, ma quello più bizzarro è il Deutsches Currywurst Museum, uno spazio espositivo dedicato completamente all’inseparabile salsiccia al curry tanto amata dai tedeschi.
Un Currywurst vi accoglierà e vi permetterà di visitare questa esposizione che permette di imparare tutto sul mondo dei würstel al curry.

La storia e la leggenda del prodotto tipico tedesco si trasferisce al visitatore attraverso elementi divertenti e informativi. All’uscita dal museo si può addentare un Currywurst con patatine fritte e una bella birra. Da Berlino, attraversiamo tutta la Germania e passando da Hannover e Osnabrück, raggiungiamo i Paesi Bassi e puntiamo ad Amsterdam.

Tutti sappiamo che Amsterdam è una città molto bella e originale, a cui bisogna dedicare del tempo per poterla visitare in ogni suo più recondito angolino.
La città, da sempre, ha una visuale della vita molto libertina e lo dimostra anche con l’apertura del museo Red Light Secrets, il museo dedicato alla prostituzione.
L’intento è quello di far vivere, al visitatore, i retroscena del mondo delle “Signorine in vetrina” del quartiere di St. Pauli.

Per chi desidera provare fino in fondo l’emozione c’è la possibilità di mettersi in vetrina e vedere l’effetto che si scatena. Oltre a questa bizzarria, Amsterdam ospita i più bei musei di arte al mondo, ma anche musei storici, etnografici, scientifici e naturali.

Da Amsterdam scendiamo verso Bruxelles che tra boccali di birra trappista ci propone mille luoghi da visitare, primi fra tutti i suoi musei. Autoworld Brussels èun museo immenso dedicato al mondo dell’automobile; Choco Story è il museo che percorre la storia del cioccolato; il MOOF è invece dedicato al fumetto e continuando fra gli oggetti più svariati si raggiunge il Musée du slip!

Nato dall’idea dell’artista belga Jan Bucquoy, raccoglie l’abbigliamento intimo di personaggi famosi. Il museo è aperto solo il fine settimana, ma la città offre molte attività per intrattenersi fino al momento dell’apertura della sala museale che ospita l’esposizione.

Europa on the road: il viaggio termina a Parigi

Da Bruxelles scendiamo verso Parigi: qui le cose da vedere sono tantissime e chissà se si riesce a ritagliare qualche ora per visitare un museo originale ma che ha segnato la storia della città: il Musée des Égouts, ossia, delle fogne.

I “Miserabili” di Victor Hugo ce le presentavano in un certo modo, ma dopo i lavori di Belgrand nel 1850 l’aspetto è completamente cambiato e altamente tecnologico: da non perdere.
Il viaggio nel mondo delle stranezze distribuite lungo le strade dell’Europa finisce qui, nella città più romantica del mondo.