Umbria: borghi, verde, arte e religione

Umbria: borghi, verde, arte e religione

Roma è da sempre crocevia e meta di turisti e non solo, desiderosi di visitare le bellezze della città. La notevole affluenza di persone è facilitata dalla presenza di due stazioni ferroviarie, note e di grandi dimensioni: la Stazione Termini e quella di Roma Tiburtina, con negozi, servizi e tantissime possibilità per alloggiare nei punti focali della capitale, dai b&b e hotel nei pressi della stazione Termini agli affittacamere e agli alberghi di lusso del centro città.

Tanti sono i turisti, ma anche i romani stessi, che decidono da qui di spostarsi verso le regioni limitrofe, anche per un weekend o una gita fuori porta, complice la facilità dei collegamenti ferroviari offerti dalle due stazioni.

In particolare la meta preferita è sicuramente l’Umbria, dove si possono gustare i piatti tipici del posto ed i vini locani, in un luogo di calma ove si respira un’aria suggestiva, che evoca un passato fatto di signori, dame, duchi e giostre.

Ciò che rende la regione appetibile, è la tranquillità del posto, dovuto alla presenza di innumerevoli campagne che di recente il New York Times ha definito come le più belle del mondo. Inoltre, ciò che caratterizza la regione del centro Italia, è la presenza di borghi molto belli. L’Umbria risente nell’aspetto architettonico delle sue città, dell’influenza medievale.

Il borgo ha come caratteristica quella di essere un posto di media grandezza, il cui numero degli abitanti è limitato, oppure è una sorta di stanziamento che si estende fuori le mura. In questa regione si stimano più di ventiquattro borghi.

Tra i più belli, che meritano sicuramente una visita, ritroviamo: Spello, Corciano, Montefalco, Bevagna, Assisi.

Corciano era la  residenza dei Duchi della Corgn che abitavano nel Palazzo Municipale, risalente al XVI secolo. La cittadina è un borgo medievale nella cui piazza principale si trovano la Chiesa di Santa Maria Assunta con il campanile, la porta principale della cittadella fortificata e le torri.

Di particolare bellezza e rilievo è il Palazzo del Capitano del Popolo, residenza della  rappresentanza della dominante Perugia. Ancora presente nel borgo sono il Palazzo dei Priori e della Mercanzia, il Museo della Casa Contadina e la Porta di Santa Maria, che risale al 1482 e che rappresenta l’emblema di Corciano. Di particolare importanza sono le pregevoli decorazioni presenti su tutte le opere, in particolare sul Palazzo Municipale.

Un altro borgo incantevole è quello di Spello con Palazzo Baglioni, Palazzo Comunale, Porta Venere, le Torri di Propezio, Porta Urbica, Collegiata di Santa Maria Maggiore, la  Pinacoteca Civica e Villa Fidelia, nonchè delle bellissime chiese dall’architettura meravigliosa.

La città è conosciuta per la famosa manifestazione dell’infiorata del Corpus Domini e la festa dell’olio.

Un altro grazioso borgo è Montefalco che si trova in provincia di Perugia, zona vinicola per eccellenza. La posizione  è particolare, il borgo infatti si estende intorno alla cima di una collina da dove è possibile, nelle belle giornate, scorgere Perugia e Spoleto.

L’omonimo vino  che viene prodotto in questa zona, il Sagrantino di Montefalco, è conosciuto ed esportato in tutto il mondo.

Al pari degli altri borghi è cinta da mura medievali e racchiude bellezze come la Chiesa di Sant’Agostino, il Palazzo Comunale e l’annessa Piazza,  la Chiesa di Santa Lucia, il complesso museale di San Francesco, il Castello di Fabbri e la Pieve di San Fortunato.

Di origine etrusca invece è Bevagna, il cui museo civico raccoglie la collezione di opere d’arte  provenienti dalle chiese della città e del territorio. Da vedere: Piazza Silvestri, il Palazzo dei Consoli che ospita un teatro ottocentesco e le Chiese di San Silvestro e di San Michele.

Un altro borgo importantissimo è Assisi, luogo da sempre di pellegrinaggio. Ogni anno infatti migliaia di fedeli si ritrovano nella splendida città. Ovviamente l’importanza mistica deriva dal fatto che fu il luogo in cui nacquero e morirono il Patrono d’Italia San Francesco e di Santa Chiara. Di particolare importanza, per via delle opere di Giotto, Cimabue ed altri importanti pittori del tempo è la Basilica Superiore di San Francesco, la Basilica di Santa Chiara, il museo di Santa Maria degli Angeli, la Chiesa di Santa Maria Maggiore.

Tanti altri borghi  sono presenti in questa stupefacente regione: Spello, Spoleto, Gubbio, Todi ed altri posti incantevoli.